Iscriviti alla Newsletter!


Dati trattati in conf. con DLGS 196/03

Calendario


Giugno 2020
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

News

I DISTURBI DEL SONNO IN ESPONENZIALE AUMENTO: capiamo perchè e cosa fare (1° parte)

I DISTURBI DEL SONNO IN ESPONENZIALE AUMENTO: capiamo perchè e cosa fare (1° parte)

Nonostante la famosa quarantena per il contrasto del contagi ...

SISTEMA IMMUNITARIO e RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

SISTEMA IMMUNITARIO e RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

COME AGISCE IL SISTEMA IMMUNITARIO Essere immuni vuol dire ...

LA NOIA.... The Boredom!

LA NOIA.... The Boredom!

Mai così come in questo momento potremmo entrare in contatto ...

IL CORONAVIRUS SPIEGATO A I PIU' PICCOLI

IL CORONAVIRUS SPIEGATO A I PIU' PICCOLI

In questi giorni i contenuti sul tema del Coronavirus v ...

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

uomo donna22 NOVEMBRE 2014 - PADOVA

Inquadramento di vari modelli di diagnosi e intervento di un caso di disforia di genere

GIORNATA SEMINARIALE ECM

 

"Secondo i dati statistici dell’ONIG (Osservatorio Nazionale dell’Identità di Genere) lo 0,005% della popolazione mondiale, 3.000 persone in Italia, ha uno sviluppo atipico dell’identità di genere; altre statistiche parlano di un rapporto di 1:30.000 di FtM, 1/7 in confronto alle MtF; e di 1 bambino su 10.000. Un fenomeno raro, ma che negli ultimi anni sta crescendo.
Infatti, si stanno osservando sempre più casi che attestano la fluidità dei generi; gli estremi sono sempre più rari, e i confini sempre più sfumati.
Come dice Lev (2004), “Il transgenderismo costituisce una variante normale e potenzialmente sana dell'espressione umana... nulla è in modo intrinseco 'malato mentalmente' nelle persone transgender, ma piuttosto queste stanno tentando di adattarsi e di far fronte a una cultura insostenibile.” In base ai concetti di salute e qualità della vita, occorre guardare allo sviluppo atipico dell’identità di genere non come una malattia da curare: il nostro compito come operatori è quello di favorire l'incremento della Qualità della vita delle persone transessuali e trans gender attraverso Esperienze di Base del Sé che ne facilitino l’integrazione.
In questo seminario verrà proposto un confronto teorico-metodologico clinico, attraverso l’esposizione di esperienze di pratiche di diagnosi e intervento sulla tematica in oggetto.
La giornata tematica si rivolge, pertanto, a psicologi ed altri professionisti che lavorano a contatto con la problematica: durante la mattina di riflessione comune su un caso, e il pomeriggio con workshops teorico-esperienziali di approfondimento."(tratto dalla locandina)

 

PROGRAMMA MATTINO TAVOLA ROTONDA
PRESSO IL CENTRO UNIVERSITARIO PADOVANO
9.00-9.30- SALUTI E APERTURA DEI LAVORI
Paola Bovo
9.30-12.00- ANALISI DI UN CASO con interventi di:
Chairman: Giuseppe Rizzi
Chiara Dalle Luche- presentazione di un caso e analisi secondo la prospettiva Neofunzionale
Anna Palena- analisi secondo la prospettiva Gruppoanalitica
Daniela Nadalin- analisi secondo l’approccio del consultorio M.I.T., Azienda ASL Città di Bologna
Andrea Mosconi- analisi secondo la prospettiva della Terapia della Famiglia
12.00-12.30- DIBATTITO
moderato da Giuseppe Rizzi
12.30-13.00- PRESENTAZIONE DEL LIBRO “7D: SETTE DONNE, SETTE VITE, SETTE POSSIBILITÀ”
Roberta Rosin
13.00- CONCLUSIONE DEI LAVORI PROGRAMMA POMERIGGIO WORKSHOP ESPERIENZIALI

PRESSO IL CENTRO DI PSICOLOGIA E PSICOTERAPIA FUNZIONALE - IST. SIF DI PADOVA
15.00-17.00 SESSIONE WORKSHOP
Workshop n°1 rivolto agli esterni:
"VERGOGNA E COLPA NELLA TRANSESSUALITÀ"
con Luca Rizzi e Laura Casetta
Workshop n°2 rivolto ai soci SIF:
"TRANSESSUALITÀ E APPARTENENZA"
con Giuseppe Rizzi e Paola Fecarotta

 

clicca qui per scaricare la locandina

Informativa Breve sui Cookie

Per mantenere attive le funzionalità offerte da questo sito e dagli altri cui è connesso, e per permetterti di registrarti al portale, scorrere gli eventi, lasciarci il tuo contributo, dobbiamo raccogliere alcune informazioni in forma di cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy & cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina sottostante, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.