Iscriviti alla Newsletter!


Dati trattati in conf. con DLGS 196/03

Calendario


Giugno 2018
D L M M G V S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

News

Il Disturbo da Attacchi di Panico

Il Disturbo da Attacchi di Panico

Nuove prospettive secondo la metodologia Funzionale (1° PAR ...

DEGLUTIZIONE DEVIATA, DISFUNZIONALE o più comunemente detta “ATIPICA”

DEGLUTIZIONE DEVIATA, DISFUNZIONALE o più comunemente detta “ATIPICA”

Che cosa è la DEGLUTIZIONE DEVIATA e come si tratta? La deg ...

NEOFUZIONALISMO E SCIENZA INTEGRATE - Rivista

NEOFUZIONALISMO E SCIENZA INTEGRATE - Rivista

Carissimi lettori, è un piacere di comunicarvi la pubb ...

I DISTURBI DI APPRENDIMENTO: COSA FARE E COME FARE

I DISTURBI DI APPRENDIMENTO: COSA FARE E COME FARE

Iniziamo con la traduzione delle sigle. DSA: Disturbo Specif ...

Il Disturbo da Attacchi di Panico - DAP

Il Disturbo da Attacchi di Panico - DAP

NUOVE PROSPETTIVE SECONDO LA METODOLOGIA FUNZIONALE (2°PARTE ...

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

CAPRICCICome gestire regole e limiti. Una visione integrata dal no al si condiviso

Il bambino tra i 2 e i 5 anni attraversa una fase in cui consapevolmente mostra comportamenti capricciosi e oppositivi. In questo periodo lo sviluppo cognitivo permette al bambino di iniziare a distinguere 'io' e tu e sente il bisogno di esplorare i limiti.

I comportamenti oppositivi sono passaggi molto utili alla crescita del bambino, sono un modo per sperimentare la sua forza, la capacità di opporsi alla volontà del genitore, ma anche di trovare un confine. Il bambino ha anche bisogno di sentirsi dire “no” dagli adulti che si prendono cura di lui, di sentire dei limiti e di comprenderne le motivazioni, per potersi sentire realmente protetto.

In alcuni bambini però tali manifestazioni si protraggono nel tempo e diventano disfunzionamenti fino a degenerare in Capricciosità, Aggressività e Oppositività debordante.

 

OBIETTIVO: Questo Seminario vuole essere un momento di approfondimento e di conoscenza di questo fenomeno offrendo nuovi spunti di riflessione e strumenti operativi 

Il fine è anche quello di diffondere una cultura di prevenzione per un benessere concreto e reale. Siamo convinti che lo stare bene deve diventare un valore vero e sano della società. A tale scopo è necessario un’opera capillare da promuovere nel proprio territorio e nel microambiente; noi come professionisti del settore abbiamo il compito di favorire e incrementare la conoscenza su temi sociali che spesso destano timori, paure e allarme.

 

DESTINATARI: A TUTTI I CITTADINI (Genitori, educatori, insegnanti, figure di riferimento e accudimento e a tutti coloro interessati a questo tema)

Il seminario è GRATUITO e a numero chiuso, per partecipare è necessario prenotarsi, contattare direttamente il Centro

IPERATTIVITA?.... ragazzi che non riescono a fermarsi, irrequieti e agitati... che non riescono a fermarsi NUOVE LINEE GUIDA

Dobbiamo sapere che oggi, circa quattro bambini su cento presentano seri problemi di iperattività e di attenzione e in seguito vanno in contro anche a seri problemi di apprendimento, presentando difficoltà e problemi scolastici e possono anche sviluppare problemi comportamentali e di disadattamento sociale durante l’adolescenza. Questo incontro vuole mettere in luce perché il Funzionamenti di Fondo della Calma e della Tranquillità si alterano, le influenze della tecnologia multimediale e come Genitori cosa dobbiamo fare per recuperare gli aspetti sani. adhd

OBIETTIVO: tale semianrio vuole essere uno spazio, un sostegno e un modo dove tutte le persone che accudiscono (in modo particolare i genitori) possono acquisire nozioni e strumenti per migliorare la relazione con i propri figli. Prendendo spunto da una lettura che sia un libro, un romanzo, un testo specialistico, una favola… si organizzerà un ciclo di incontri a tema, relativi a quelli che sono i bisogni dei ragazzi di oggi dai 10 ai 14 anni, definendo quali sono gli elementi indispensabili, come dovrebbe funzionare questa relazione, che cosa accade se questi vengono frustrati e le dirette conseguenze.

DESTINATARI: Incontri a tema rivolti a genitori ed educatori  sui bisogni delle ragazze e dei ragazzi  dai 10 ai 14 anni

Il seminario è GRATUITO e a numero chiuso, per partecipare è necessario prenotarsi, contattare direttamente il Centro

Come fa il neonato a dire che ha fame? PIANGE

Come può avvisare che è ora di cambiare il pannolino? PIANGE

Come può chiamare la mamma che si trova in cucina? PIANGE

Come fa' a dire al papà che non gli piace essere baciato con tanta foga? PIANGE

 

Il pianto è l'unico modo in cui il neonato comunica bisogni, desideri, fastidi, dolore... il primo dialogo che stabilisce con noi. Dare una risposta adeguata lo aiuta a costruire sicurezze, creare legami, imparare come funziona il mondo... Ma a volte il pianto del nostro piccolino ci mette in difficoltà, in alcuni casi non riusciamo a gestirlo e contenerlo, in altri momenti è complicato riconoscere il bisogno da soddisfare... pensiamo per questo di non essere dei genitori adeguati e tutto questo ci fa' sentire in colpa....

Alla scoperta di NUOVE LINEE GUIDA e STRUMENTI OPERATIVI che possono aiutarci come GENITORI a migliorare le nostre capacità di accadimento lasciare

OBIETTIVO: Questo seminario teorico-pratico vuole offrire nuove informazioni e strumenti utile per accudire con calma e tenerezza, i propri figli sentendosi competenti e adeguati.

Riconoscere i bisogni del bambino e distinguerli dai propri, il piacere e la gioia di accudire i propri piccoli… sono esperienze che aiutano a costruire una relazione armoniosa, felice e gratificante.

DESTINATARI: il seminario è rivolto a tutti i genitori che interessati al tema desiderano avere una maggiore  

MODALITA' DI PARTECIPAZIONE: Il Seminario è a numero chiuso pertanto per partecipare è necessario iscriversi

Per ulteriori informazioni contattare direttamente il Centro e prenotazioni

Informativa Breve sui Cookie

Per mantenere attive le funzionalità offerte da questo sito e dagli altri cui è connesso, e per permetterti di registrarti al portale, scorrere gli eventi, lasciarci il tuo contributo, dobbiamo raccogliere alcune informazioni in forma di cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy & cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina sottostante, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.