Iscriviti alla Newsletter!


Dati trattati in conf. con DLGS 196/03

Calendario


Giugno 2018
D L M M G V S
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

News

Il Disturbo da Attacchi di Panico

Il Disturbo da Attacchi di Panico

Nuove prospettive secondo la metodologia Funzionale (1° PAR ...

DEGLUTIZIONE DEVIATA, DISFUNZIONALE o più comunemente detta “ATIPICA”

DEGLUTIZIONE DEVIATA, DISFUNZIONALE o più comunemente detta “ATIPICA”

Che cosa è la DEGLUTIZIONE DEVIATA e come si tratta? La deg ...

NEOFUZIONALISMO E SCIENZA INTEGRATE - Rivista

NEOFUZIONALISMO E SCIENZA INTEGRATE - Rivista

Carissimi lettori, è un piacere di comunicarvi la pubb ...

I DISTURBI DI APPRENDIMENTO: COSA FARE E COME FARE

I DISTURBI DI APPRENDIMENTO: COSA FARE E COME FARE

Iniziamo con la traduzione delle sigle. DSA: Disturbo Specif ...

Il Disturbo da Attacchi di Panico - DAP

Il Disturbo da Attacchi di Panico - DAP

NUOVE PROSPETTIVE SECONDO LA METODOLOGIA FUNZIONALE (2°PARTE ...

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Una fase di cambiamento della nostra vita

donnaLa menopausa è l’evento fisiologico che nella donna corrisponde al termine del ciclo mestruale e dell’età fertile. Nella menopausa termina l’attività ovarica: le ovaie non producono più follicoli ed estrogeni (ormoni femminili principali). Tale stato provoca una serie di mutamenti nella donna che riguardano gli aspetti trofici, metabolici, sessuali e psicologici, con una serie di manifestazioni (sintomi) che variano a seconda della persona e possono essere più o meno marcati.

L’età media in cui si verifica la menopausa è di 50,7 anni, ma tale età può essere diversa da donna a donna: nella stragrande maggioranza dei casi tuttavia la menopausa avviene tra il 45° e il 55° anno di età.

Sintomatologia:

Oltre all’ovvia alterazione del quadro mestruale, (polimenorrea, oligomenorrea, ipomenorrea e ipermenorrea) in questa fase vengono espressi i primi disturbi di tipo psicologico, ansia, irritabilità, nervosismo e disforia. Neurologicamente si assiste a un invecchiamento della persona, con conseguente diminuzione delle capacità di concentrazione e di memoria.

Inoltre si nota un aumento del peso della persona.

  1. - Vampate di calore
  2. - Depressione
  3. - Disturbi del sonno
  4. - Manifestazioni differite
  5. - Sindrome urologica
  6. - Diminuzione del desiderio sessuale
  7. Manifestazioni tardive

Nella fase finale si assistono a sintomi di carattere fisico caratteristici, fra i quali ci sono dolori muscolari, diminuzione della massa ossea all’origine dell’osteoporosi, calo di energia fisica, disturbi urinari. Recenti studi hanno anche rilevato un aumento della pressione arteriosa rispetto a quella delle donne fertili.

  1. Osteoporosi
  2. Manifestazioni cardiologiche

Psicologia Funzionale

Durante tutto questo processo di trasformazione il sistema endocrino, il sistema neurovegetativo, i sistemi metabolici, e tutto l’organismo della donna si muove dolcemente verso un’altra modalità di funzionamento che porta nuove sensazioni ed emozioni, nuovi bisogni, nuovi desideri, nuove sfide.

Dunque la menopausa, dal punto di vista Funzionale è considerato come un periodo di transizione che non bisogna considerare patologico a priori. Non è detto che in menopausa i sintomi e i malesseri siano inevitabili e che una certa quantità di disturbi siano propri di questa età

La metodologia Funzionale consente di attuare un lavoro specifico di cura e di intervento sui disturbi già in corso, prevede inoltre anche un vero e proprio lavoro di prevenzione dove la donna ricevere informazioni e indicazioni adeguate per affrontare con maggiore serenità e consapevolezza questa nuova fase della vita.

La Metodologia Funzionale come noto lavora su tutto organismo, sia dal punto di vista cognitivo ma anche emotivo, fisiologico e posturale. La respirazione diaframmatica e il lavoro sul sistema neurovegetativo sono centrali nel lavoro sulla donna in menopausa.

E’ auspicabile sia un lavoro individuale che di gruppo avente come obiettivo di mobilizzare una serie di alterazioni, ripristinare l’integrazione tra i vari piani (cognitivo, emotivo, fisiologico e posturale), ridare continuità positiva nella trasformazione. Tale lavoro si propone di potenziare nella donna le capacità necessarie per gestire il cambiamento, attraverso il recupero di alcune Esperienze di Base, a cui concorrono tutte le funzioni.

Il lavoro in gruppo consente di aprirsi e raccontare le proprie difficoltà, entrare in contatto con le proprie emozioni e quelle delle altre in un clima sereno, di confidenza e complicità. Tale condizione riduce le paure e i dubbi, i sensi di colpa e la sensazione di non farcela, permette inoltre di essere viste e considerate in un momento della vita in cui le donne spesso si sentono invisibili, permette di sentire un piccolo sostegno e di appoggiarsi un poco agli altri

Informativa Breve sui Cookie

Per mantenere attive le funzionalità offerte da questo sito e dagli altri cui è connesso, e per permetterti di registrarti al portale, scorrere gli eventi, lasciarci il tuo contributo, dobbiamo raccogliere alcune informazioni in forma di cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy & cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina sottostante, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.